Wengo

N° 1 nella consulenza di esperti online

Risoluzione delle Controversie

Versione del 13 dicembre 2012


Il presente documento costituisce un Regolamento Connesso ai Termini e Condizioni .
Conformemente alle disposizioni dei Termini e Condizioni , l’Iscrizione del Partecipante sulla Piattaforma implica l’accettazione della Carta Deontologia di Cartomanzia, dei Termini e Condizioni e degli Altri Regolamenti Connessi.

Le disposizioni del presente documento prevalgono in caso di conflitto con una disposizione dei Termini e Condizioni .

Articolo 1: Risoluzione delle controversie tra Partecipanti


1.1 Uso del gestore di controversie

Il Partecipante che si ritiene leso nel quadro di una Transazione su WENGO può avviare una procedura di risoluzione di litigio attraverso il modulo “Gestore di controversie”, disponibile a partire dal proprio Profilo Personale.

Il Gestore di controversie è costituito da uno scambio tramite webmail dei due Partecipanti coinvolti nella transazione litigiosa. I Partecipanti sono informati via e-mail e nel loro Profilo Personale di ogni nuovo messaggio aggiunto alla conversazione.

I Partecipanti si impegnano a comportarsi secondo buona fede e comunicare in modo leale e sincero. Il Partecipante rinuncia quindi a minacce, insulti o pratiche di stalking verso il proprio interlocutore.

Il partecipante che avrà iniziato la conversazione disponde della possibilità di chiudere la stessa in qualunque momento.


1.2 Buoni d’acquisto

L’Esperto coinvolto in una procedura di risoluzione di controversia ha la possibilità di risarcire il proprio Utente a sua totale discrezione, e per un importo massimo pari a quello fatturato all’Utente per la Transazione, utilizzando il modulo di emissione di buoni d’acquisto, disponibile nel Gestore di Controversie.

L’uso del buono d’acquisto da parte dell’Utente comporta la risoluzione della controversia.

Articolo 2: Assistenza alla risoluzione di una controversia


2.1 I Partecipanti che non hanno risolto la controversia in via privata, possono segnalare la presenza della stessa al Servizio di Assistenza Clienti.

MyBestPro SAS tramite il proprio Servizio di Assistenza Clienti tenterà di conciliare i Partecipanti nel tentativo di concordare una soluzione amichevole della controversia entro sei (6) mesi a partire dalla realizzazione della Transazione.

I Partecipanti si impegnano a comunicare a MyBestPro SAS tutte le informazioni che MyBestPro SAS riterrà utili nella valutazione della controversia e riconoscono che, nella sua qualità di mediatore online,come definito all’articolo I.3 dei Termini e Condizioni, MyBestPro SAS non garantisce in alcun caso ai Partecipanti il buon fine della procedura di Risoluzione delle Controversie.

2.2 Il Partecipante si impegna a non segnalare un litigio infondato o non basato sulla buona fede. In caso contrario, il suo Profilo Personale potrebbe essere sospeso o soppresso di pieno diritto e senza preavviso da MyBestPro SAS, conformemente all’articolo I.10 dei Termini e Condizioni.

2.3 In caso di litigio relativo al Prezzo della Transazione, il Partecipante può segnalare il litigio a MyBestPro SAS soltanto dopo aver versato il Prezzo della Transazione stessa sul conto terzo.

L’Esperto si assume i rischi relativi alla Transazione in caso di mancato pagamento della Transazione stessa. L’Esperto è consapevole che MyBestPro SAS non può opporsi alla richiesta di rimborso del Prezzo della Transazione da parte della banca dell’Utente, qualora il pagamento sia avvenuto in modo fraudolento, e accetta tale decisione come irrevocabile.

2.4 In caso di un mancato accordo di risoluzione di controversia, i partecipanti si occuperanno personalmente delle azioni che l’uno o l’altro potrebbe instaurare dinanzi al giudice competente.


Ritorna alla Termini e Condizioni

2018 - MyBestPro - Società di Vivendi - 12 rue de Penthièvre 75008 Parigi